Pubblicità
<tonno auriga

Lettera all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato e alle Associazioni dei Consumatori

di Fabio Pace

Il Consigliere Comunale di Favignana Elia Canino ha denunciato il caro carburante sulle isole Egadi all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato e alle associazioni dei consumatori. Per il consigliere comunale non è normale che il carburante a Favignana, dove opera un solo distributore, abbia un rincaro oltre ogni ragionevole utile d’impresa. Canino sostiene che si tratta di aumento del prezzo per litro che va oltre la media nazionale di decine di centesimi. Il consigliere comunale, inoltre, osserva che ai consumatori non viene data la possibilità di scegliere tra le tariffe servito e self-service, né durante le ore di apertura della stazione di rifornimento, né durante le ore di chiusura, notturne e diurne, durante le quali il prezzo rimane quello più caro del “servito”. Per il consigliere comunale un chiaro esempio di come i cittadini delle Egadi vivano l’insularità 365 giorni l’anno e vengano massacrati dai costi della benzina e di altri prodotti soggetti al trasporto dalla terraferma. Canino afferma che nonostante le spese di trasporto i conti non tornano. Elia Canino ha inviato tutti i dati della sua analisi all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato, al Codacons e per conoscenza al Prefetto di Trapani per verificare eventuali anomalie e capire la causa reale di questi prezzi.