Pubblicità
<tonno auriga

Due ordinanze di custodia cautelare in carcere ed un obbligo di dimora. I provvedimenti, disposti dalla Procura di Trapani, sono stati eseguiti questa mattina dagli uomini della Guardia di Finanza nei confronti di tre soggetti di Paceco accusati di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Le indagini hanno preso il via nel 2018 dopo la scoperta di una piantagione di marijuana realizzata in Contrada Santa Maria del Gesù alle porte del capoluogo. I militari delle Fiamme Gialle avevano ritrovato oltre 1800 piante pronte per il taglio e la raccolta, occultate all’interno di un terreno recintato. Partendo dalle informazioni acquisite sul conto del proprietario del fondo agricolo i finanzieri sono riusciti ad individuare i soggetti coinvolti nell’attività illecita. Successivamente, nel novembre del 2018, incrociando le informazioni ottenute dalle intercettazioni telefoniche e dai Gps applicati alle vetture in uso agli indagati, i militari delle Fiamme Gialle hanno intercettato un carico di oltre 8 chilogrammi di marijuana già essiccata, del valore di circa 100.000 euro, contenuta all’interno di buste di plastica sottovuoto trasportate da un furgone intercettato nella provincia di Enna ed in uso ai soggetti destinatari delle misure cautelari.

GUARDA IL VIDEO