Le vittime sono padre e figlio di 72 e 42 anni

È di due vittime il bilancio di un incendio che è divampato la scorsa notte, poco dopo le 22,30 in una abitazione privata di Mazara del Vallo, una villetta unifamiliare in via Napoli, in contrada Bocca, alla immediata periferia della città. Vincenzo Monaco, 72 anni, e il figlio Livio, di 42 anni, il primo cardiopatico, il secondo invalido, sorpresi nel sonno sono morti asfissiati, hanno perso la vita a causa delle esalazioni provocate dalle fiamme che, secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, ma non ancora ufficiale, potrebbero aver avuto origine nel soggiorno della casa, forse causate dal cortocircuito di un elettrodomestico. Le fiamme sono state domate dopo alcune ore di lavoro. Sull’incendio oltre ai vigili del fuoco di Mazara sono intervenute anche squadre giunte dal comando provinciale di Trapani. Nell’incendio è rimasta intossicata l’anziana donna, moglie e madre delle due vittime, Elvira Lasco di 65 anni, tratta in salvo dai primi soccorritori. I corpi dei due uomini sono stati recuperati dai vigili del fuoco dopo che sono state spente le fiamme. Sull’incendio indagano i carabinieri.