Pamela Giacomarro

Rifiuti abbandonati ovunque, carcasse di scooter, verosimilmente rubati, dati alle fiamme, il puzzo insopportabile che costringe gli abitanti a tenere le finestre chiuse. La via Pietro Mascagni, nel Rione Sant’Alberto, da anni, è “terra di nessuno”. Tra i palazzi fatiscenti, alle spalle dalla caserma dei carabinieri di Borgo Annunziata, i bimbi giocano in strada, zigzagando con la bici tra i sacchi della spazzatura. Marciapiedi ed aiuole invasi dalle erbacce e sporcizia di ogni genere. La strada con il tempo si è trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto. Esausti i residenti che si sentono abbandonati dalle istituzioni. “Qui i politici si vedono solo in tempi di elezioni” dice un abitante della zona lontano dall’occhio della telecamera. “Io spesso ho provveduto a rimuovere la spazzatura. A mie spese ho pure ridipinto la facciata del palazzo, ma la situazione – prosegue chiedendo però di non essere inquadrato – è diventata insostenibile. Più volte abbiamo fatto le segnalazioni senza ricevere alcuna risposta”. Insomma, gli abitanti della zona tornano ancora una volta a chiedere l’intervento dell’amministrazione per mettere fine ai disagi provocati dall’incuria e spesso anche dall’inciviltà.