Gregorio Luperini

Il Trapani conquista i tre punti in casa con l’Ascoli. A segno Pettinari, con una doppietta, e Luperini.

Quando vinci con il cuore, i numeri e le statistiche, stanno a zero. I ragazzi scesi in campo sabato contro l’Ascoli sono riusciti ad incarnare alla perfezione il messaggio di coraggio e di follia dato da mister Castori alla vigilia della partita. Inutile non dire che le aspettative per questa gara erano altissime, inutile negare che da qui in poi i passi falsi non sono consentiti se si vuole sperare di lottare fino alla fine per la salvezza. Tutto passa anche dalla fame di conquista, ed il primo ad averla è stato mister Castori che non cambiando assetto con l’espulsione di Grillo, all’inizio del secondo tempo, ha dimostrato che il coraggio può davvero risiedere a Trapani. Tre gol per il Trapani: doppietta di Pettinari, al 6’ ed al 62’, con la seconda rete davvero di prestigio, e poi Luperini all’81, proprio colui che incarna lo spirito di sacrificio di questa squadra. Il momentaneo pareggio arriverà al 32’ con Morosini. Una partita in cui anche i nuovi arrivati, Buongiorno in campo dal primo minuto e poi Dalmonte e Coulibaly da subentrati, si sono fatti trovare pronti, già “castorizzati”. I minuti finali daranno solo il tempo all’Ascoli di rimanere in dieci per l’espulsione di Da Cruz, e ai tifosi granata di liberare la gioia per la ritrovata vittoria. Ma questa, è solo la prima tappa di un cammino di speranza che va costruito giorno dopo giorno