Mentre sul campo si prepara la trasferta di domenica a Venezia, a livello societario stenta ad esserci serenità.

La vittoria di sabato con l’Ascoli ha sicuramente dato morale alla squadra in vista del lungo cammino del girone di ritorno, fatto di obiettivi a breve termine, a cominciare dalla trasferta di domenica a Venezia. Mister Castori sta cercadno di inserire nel migliore dei modi i nuovi arrivati Buongiorno, Coulibaly e Dalmonte, già impiegati nella partita scorsa, e già in condizioni di interpretare il leit motiv del mister. Per quanto riguarda il mercato, come anticipato nei giorni scorsi, per quanto riguarda le uscite, è di stamattina la nota ufficiale della società su Giacomo Tulli. Risoluzione contrattuale per il giocatore arrivato a Trapani nell’estate del 2018 e protagonista della promozione dello scorso anno. Tulli dovrebbe raggiungere Corapi a Catanzaro. Le vicissitudini di mercato però si stanno aggrovigliando. Dato quasi per certo l’arrivo in granata di Sow Moussa e dell’israeliano Ben David, dopo diversi giorni dall’arrivo a Trapani, le due trattative hanno subito una battuta d’arresto. La volontà di mister Castori, sposata appieno dalla società, è quella di portare in granata giocatori già pronti a dare una mano alla causa, tanto da poter essere utilizzati nell’immediato. A quanto pare invece i due giocatori non erano ancora in queste condizioni, e spendere cifre importanti per loro, per la società granata, non sarebbe stata la soluzione più saggia. Da qui in poi è storia recente. Proprio su questo punto non si sarebbe trovato d’accordo il diesse Luca Nember, che ieri nel tardo pomeriggio aveva fatto trapelare la volontà di lasciare. Stamattina invece, a firma del presidente Pino Pace, è stato diramato un comunicato stampa, in cui si ribadisce la vicinanza d’intenti con mister Castori, in una logica di mercato che sia produtiva, anche dal punto di vista economico, nell’immediato. Un comunicato in cui non si nomina espressamente il diesse Nember, ma è un modo per dire da che parte sta la società. O a livello dirigenziale ci sia allinea alla linea guida, o non sarà possibile trovare un punto d’incontro. Insomma l’ennesima questione a cui dobbiamo porre attenzione. Ora non ci resta che aspettare l’evolversi dei fatti.