Oggi piazzetta “spazzatura”, una volta era piazzetta Ripa

La battaglia per il decoro di alcuni residenti, stanchi dell’abbandono indiscriminato dei sacchetti

Palazzo Ripa fu nel passato remoto dimora alto borghese, nell’antico quartiere Palazzo, prima di addentrarsi nella parte più popolare di trapani. Lo slargo antistante palazzo Ripa non ha nome e viene inquadrato dalla toponomastica come prosecuzione della altrettanto antica via Sette Dolori, così detta dal nome dell’antico convento con annessa cappella. Questo pezzo della via sette dolori, che potremmo chiamare impropriamente piazzetta Ripa, incrocia con via Crociferi, via Badiella, via San Francesco di Paola. Un’area piccola, marginale e forse un po’ dimenticata della citta. Lo slargo è diffusamente utilizzato come luogo di abbandono dei rifiuti. Nonostante il puntuale intervento degli operatori ecologici, che di solito ripuliscono attentamente, e nonostante ripetute segnalazioni al Comando della Polizia Municipale, alcuni residenti della zona continuano pervicacemente ad abbandonare i loro rifiuti nella piazzetta, con disappunto di altri residenti i quali, pur tolleranti, cominciano a essere stanchi di questo colpevole disprezzo per i luoghi della loro quotidianità. Anche perché sembra sia invalsa l’insano vezzo di abbandonare davanti altri portoni, compreso quello di Palazzo Ripa, chiuso e abbandonato da tempo, la spazzatura che “scomodamente” si dovrebbe differenziare in casa e conferire nelle giornate previste. I cittadini della zona, più attenti al decoro delle strade, chiedono al Comune interventi di controllo e se necessario l’uso delle telecamere per sanzionare gli “incivili”