All’Istituto “Rosina Salvo” di Trapani una giornata di studio e incontri

Il 7 febbraio è la Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo e tra le tante iniziative organizzate dalle scuole e dalle istituzioni per sensibilizzare sull’argomento vale la pena segnalare quella che si svolge presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Rosina Salvo” di Trapani. Organizzata dallo stesso istituto e dalla sezione di Trapani della FIDAPA, con la collaborazione della Polizia di Stato, gli studenti incontreranno e dialogheranno con alcuni addetti ai lavori che di bullismo e cyberbullismo si sono occupati e si occupano. Introdurrà i lavori la presidente di FIDAPA Trapani, Patrizia Barbera; interventi programmati di Laura Bettiol e Ludovica D’Alessio, sostituti procuratori della Repubblica a Palermo; Marica Batolo, psicoterapeuta; Federica Licata, psicologa; Dominga De Toma, ispettore della Polizia Postale di Trapani. Quali sono i comportamenti del bullo e del cyberbullo: offese e “prese in giro”, l’uso di parolacce e linguaggi violenti ma anche minacce, molestie e diffusione senza consenso di dati personali e sensibili. I ragazzi tra i 13 e i 18 anni sono quelli potenzialmente più esposti a atti di bullismo, molti perpetrati attraverso l web e i social network. Secondo una ricerca del Ministero per l’istruzione 7 adolescenti su 10 frequentano i social network già a meno di 14 anni. E sempre 7 su 10 almeno una volta si sono imbattuti in un profilo falso. Il 25% di loro riconosce di non essersi mai preoccupato della privacy dei propri dati online e il 29% dichiara di interessarsene solo saltuariamente. L’incontro al Rosina Salvo intende promuovere tra gli studenti la consapevolezza digitale, perché la protezione sul web cominci dalle potenziali vittime.