Il revolver e la droga sequestrati dai carabinieri a Michele Scardina, trapanese di 56 anni.

Manette per un 56enne trapanese che teneva in casa un chilo di marijuana. La droga trovata in una perquisizione successiva all’arresto per armi

di Fabio Pace

I Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione e porto illegale di arma comune da sparo e relativo munizionamento, Michele Scardina, 56 anni, trapanese. Durante un servizio di controllo in esercizi pubblici i Carabinieri lo hanno notato in un noto bar osservandone l’atteggiamento sospetto. Scardina è stato riconosciuto dai militari, ai quali è noto per precedenti vicende. L’uomo alla vista dei Carabinieri si è diretto verso il bagno avendo le vie di uscita occupate. Due dei cinque militari seguivano Scardina bloccandolo poco prima che questo facesse ingresso nel bagno del bar. Sottoposto a perquisizione personale è stato trovato in possesso di un revolver Smith & Wesson, cal. 357 magnum, carico con cinque colpi, illegalmente detenuto, che nascondeva addosso. Conseguente la successiva perquisizione domiciliare dove non venivano rinvenute armi ma un chilo di “marijuana” dentro un armadio della stanza da letto, chiuso a chiave. Scardina è stato arrestato e condotto in carcere al “Pietro Cerulli” di Trapani, a disposizione della magistratura per l’udienza di convalida.