San Vito Lo Capo in subbuglio per un falso allarme di CoronaVirus .

Il sindaco Giuseppe Peraino rassicura tutti; “Ho attivato tutti i canali della Prefetura e dell’Asp non appena sono venuto a conoscenza dell’ipotesi. Sono in contatto con il dottore Canzoneri dell’Asp, segnalato dalla Prefettura, abbiamo fornito i dati anagrafici della famiglia alle autorità sanitarie e l’ASP nel pomeriggio ha disposto gli accertamenti tramite la procedura internazionale ma da oggi verranno avviati, per ulteriore sicurezza, tutti i controlli suppletivi”. Il sindaco Peraino invita la cittdinanza a non creare allarmismi diffondendo notizie inattendibili: “Capisco che il momento psicologico è quello che è – afferma Peraino – ma gli organi competenti stanno attenzionando la situazione con tutti crismi”. In pratica, ieri sera a San Vito Lo Capo si è sparsa la voce di una ragazza cinese, la cui famiglia è residente a Campofelice di Roccella ma ha un esercizio commerciale in paese, che era arrivata dalla Cina dopo un breve soggiorno per vacanza. Pare che il padre l’abbia, per precauzione, invitata a non uscire da casa e questo ha scatenato il tam tam dei “si dice” con tanto di allarmismo fra le vie di San Vito Lo Capo. Il sindaco ricorda ai cittadini che la ragazza, essendo arrivata in aereo dalla Cina ha di certo già superato tutti i controlli previsti dalla procedura e non c’è, attualmente, nessun allarme legato al rischio di CoronaVirus. Ma la notizia, a San Vito, ha iniziato ad essere diffusa tramite WhatsApp alimentando i dubbi.