Assieme ad un altro uomo, anch’egli raggiunto dall’informazione di garanzia, si sarebbe impossessata di circa 300mila euro di proprietà dell’ex convivente Luigi Manuguerra.

Avviso di conclusione delle indagini e contestuale avviso di garanzia per Cettina Montalto, ex candidata a sindaco di Erice nel 2017. Per lei l’accusa di avere derubato l’ex convivente Luigi Manuguerra insieme ad un altro uomo, raggiunto anch’egli dagli stessi provvedimenti emessi dalla Procura della repubblica di Trapani.

Una vicenda che risale al 2016 e che trova riscontro giudiziario solo in queste ore.
È stato notificato l’avviso di conclusioni delle indagini preliminari, e contestuale informazione di garanzia, a Concetta Montalto, già consigliere comunale di Erice e candidata a Sindaco della vetta nel 2017 e, assieme a lei,  anche a Giuseppe Barbara. I due sono  chiamati a rispondere del reato di furto perché, secondo l’accusa e secondo la denuncia di Luigi Manugerra, al tempo convivente di Cettina Montalto, si sarebbero impossessati di 300 mila euro e di gioielli per un valore complessivo di 50 mila euro, prelevandoli dalla cassaforte dell’abitazione di Luigi Manuguerra.
Il piano, che secondo il PM sarebbe stato ideato da Cettina Montalto, sarebbe stato eseguito con la complicità di Giuseppe Barbara che conosceva l’abitazione di contrada Rosariello, nel territorio di Valderice, per aver eseguito lavori edile nell’immobile di Luigi Manuguerra. Il furto è stato commesso nell’aprile del 2016.