Proseguono le attività di controllo sul territorio disposte dall’amministrazione comunale di Erice per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

Grazie all’utilizzo di moderni sistemi di videosorveglianza da poco acquistati dal Comune di Erice, dotati di telecamere “ocr” per il riconoscimento caratteri, la Polizia Municipale nei giorni scorsi ha individuato diversi trasgressori che verranno sanzionati per l’abbandono indiscriminato di immondizia nelle aree pubbliche. Al momento le multe ammontano a 160 euro ma la giunta municipale guidata dal sindaco Daniela Toscano punta a portarle a 450 euro. Ed a breve entreranno in servizio anche le guardie ambientali come annunciato dall’assessore Giuseppe Spagnolo che ha sottolineato come  nonostante l’ormai cronica carenza di organico l’amministrazione comunale abbia messo in campo una task force che si occupa a tempo pieno del monitoraggio e controllo delle zone sensibili. Nel territorio ericino stanno dunque per entrare in servizio le guardie ambientali che monitoreranno alcune zone del territorio, anche nelle ore notturne, per individuare chi abbandona immondizia per strada incivilmente, non rispettando le corrette modalità di conferimento della raccolta differenziata.  E chi sarà beccato a lasciare rifiuti per strada presto potrebbe anche perdere la possibilità di svolgere lavori di pubblica utilità per il Comune. Tra le nuove disposizioni che l’esecutivo ericino sta valutando c’è infatti anche l’esclusione dalle graduatorie comunali per i servizi di pubblica utilità per gli eventuali trasgressori individuati, così come fatto sapere dall’assessore Spagnolo che ha infine lanciato un appello rivolto a tutti i cittadini affinché collaborino attivamente segnalando alla Polizia Municipale di Erice eventuali comportamenti illeciti.