La Regione Siciliana ha rinnovato il decreto di riconoscimento per il Distretto della Pesca di Mazara del Vallo.

di Fabio Pace

Il Distretto della Pesca e Crescita Blu ha ottenuto dall’assessorato regionale alle attività produttive il rinnovo del decreto di riconoscimento. Il Distretto della Pesca coinvolge oltre centotrenta imprese della filiera della pesca, dalla cantieristica alla trasformazione e conservazione del pescato. L’obiettivo primario è quello di privilegiare un territorio, quello costiero siciliano, da sempre “vocato” alla pesca, per definire le strategie e gli interventi di rilancio del sistema economico, favorire i percorsi di sviluppo e di valorizzazione del sistema produttivo isolano, aumentare la competitività e la produttività attraverso il miglioramento delle condizioni strutturali e socio-istituzionali. Oltre alle aziende della filiera, il Distretto comprende Enti Pubblici e di Ricerca, Associazioni di categoria e Consorzi di produttori. Nato da una idea e per iniziativa del compianto Giovanni Tumbiolo il distretto ha attivato nel corso degli anni una intensa attività di rapporti diplomatici con le marinerie del nordafrica e dell’Africa equatoriale. Il Presidente del Distretto della Pesca, Nino Carlino, ha affermato che l’importante provvedimento «consentirà di continuare il lavoro al servizio della filiera della pesca con maggiore serenità ed impegno. Apprezziamo – conclude Carlino – le parole dell’Assessore Turano il quale intende dare nuova vitalità ai Distretti puntando ad una collaborazione più stretta, imperniata sulla condivisione delle scelte strategiche regionali in ordine anche alla prossima programmazione comunitaria 2021/2027».