Negativo l’esito dei tamponi faringei effettuati sui due soggetti, rispettivamente di 43 e 20 anni, ricoverati presso l’ospedale Sant’Antonio Abate. Entrambe dopo aver accusato lievi sintomi avevano contattato il 118. Giunte presso il nosocomio trapanese erano scattati i protocolli previsti in caso di sospetto contagio ed i due erano stati ricoverati in terapia intensiva ma solo per motivi logistici. Le loro condizioni non apparivano infatti gravi. Oggi la certezza che non si tratta di Coronavirus. Si attendono invece i risultati delle analisi effettuate sui due uomini ricoverati a Castelvetrano. Ore di apprensione invece a Palermo dopo la scoperta del primo caso in Sicilia, ovvero la turista bergamasca in vacanza nel capoluogo siciliano assieme ad un gruppo di 29 persone. La donna di 66 anni è ricoverata all’ospedale “Cervello”. I laboratori del policlinico avrebbero però individuato altri due casi nella comitiva. I tamponi sono stati inviati allo Spallanzani di Roma per ulteriori verifiche. Il gruppo è adesso in quarantena nelle proprie camere d’albergo come disposto dall’assessorato regionale alla Salute. Tutti sono giunti in Sicilia venerdì mattina con un volo Bergamo-Palermo partito dallo scalo di Orio al Serio, prima ancora che scoppiasse l’emergenza in Lombardia

Ulteriori aggiornamenti nel corso del pomeriggio