La prima misura contro il coronavirus è la razionalità, la calma e l’adesione alle indicazioni già ampiamente comunicate dal Governo nazionale.

Le misure di precauzione sanitaria in Sicilia non cambiano. Il caso di una turista lombarda di Palermo, risultata positiva al tampone del coronavirus, non modifica le linee guida di cautela, come conferma l’assessore Ruggero Razza-

Le misure di cautela possono essere prese anche autonomamente, soprattutto se si proviene dalle aree a rischio, come è il caso di quattro operai edili di Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, tornate da Vo’ Euganeo, in provincia di Padova, paese dove si è registrato un decesso per Coronavirus. Hanno scelto di porsi in isolamento volontario nelle loro abitazioni, comunicandolo attraverso i medici di famiglia alle autorità sanitarie. È il momento, come spiega il presidente dell’ANCI Sicilia Leoluca Orlando, che ciascuno responsabilmente si prenda cura di se stesso.