Il governatore Musumeci con il capo del Genio civile Teresi, durante il sopralluogo al Teatro "Tito Marrone" di Trapani.

Il teatro “Tito Marrone” di Trapani sarà presto restaurato e riaperto al pubblico. Lo ha annuncoato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, al termine di un sopralluogo effettuato questa mattina nella struttura attigua all’edificio che ospita il Polo universitario. Il governatore era accompagnato dai tecnici del Genio civile, guidati dall’ingegnere capo Giancarlo Teresi.

Il teatro, che appartiene al patrimonio della Regione, era stato affidato in gestione alla Provincia regionale di Trapani. Sette anni fa però, a seguito della riforma dell’ente intermedio, l’amministrazione provinciale vi ha rinunciato ed ha riconsegnato la struttura alla Regione, proprietaria del teatro. Da allora, l’abbandono totale, furti, decine di atti vandalici e l’asportazione di ogni cosa.

«Fa male al cuore vedere un teatro cosi bello e capiente ridotto in rovina e invaso dalle colombe», ha commentato il presidente Musumeci. «Chi aveva il compito di preservarlo e tutelarlo non lo ha fatto. Ho chiesto ai tecnici del Genio civile trapanese di predisporre un progetto di riqualificazione dell’immobile, interna ed esterna. Conto di averlo entro tre mesi. Subito dopo procederemo ad espletare la gara d’appalto per la esecuzione dei lavori, che dovrebbero ammontare ad un paio di milioni di euro. Alla fine – ha assicurato il governatore-  assegneremo la struttura mediante una gara ad evidenza pubblica. I trapanesi potranno così riappropriarsi del loro teatro, come spazio culturale multifunzionale. Lo ritengo un atto doveroso per una città così importante».