Aveva ben sette cani da guardia a protezione del casolare utilizzato per nascondere e confezionare la droga. In manette, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Salvatore Martino, di 36 anni, disoccupato e con alcuni precedenti alle spalle. L’uomo è stato fermato dai militari dell’Arma impegnati in un posto di blocco mentre si trovava alla guida di un ciclomotore. L’atteggiamento nervoso del 36enne ha insospettito i carabinieri che hanno deciso di effettuare una perquisizione. L’intuizione dei militari si è rivelata esatta.  L’uomo è stato trovato in possesso di 2 dosi di marijuana e della somma di 123,00 euro, verosimilmente, provento dell’attività illecita. La perquisizione è stata estesa presso l’abitazione e presso un casolare di campagna nella disponibilità di Martino protetto da sette cani di grossa taglia, sei nel cortile ed uno all’interno dove sono stati rinvenuti ulteriori 140 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Al termine delle formalità di rito, Martino è stato condotto presso la Casa Circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Per lui è scattata anche una denuncia a piede libero perchè nel corso del controllo, ha rifiutato di farsi accompagnare presso il locale nosocomio per essere sottoposto ai test tossicologici.