Si è spento ieri pomeriggio

Dopo una malattia che lo ha costretto per mesi in ospedale, è deceduto ieri, all’età di 69 anni, il fiorista trapanese Giuseppe Di Pasquale. Conosciuto da tutti come “u ciuraro”, era una persona molto conosciuta ed apprezzata in città. Appassionato della Processione dei Misteri, da anni si occupava di ornare con addobbi floreali il gruppo de “La Deposizione” del ceto dei Sarti. Nel pomeriggio sarà allestita la camera ardente presso la sala del commiato dell’agenzia funebre Occhipinti, in via Anchise, a Trapani. 

Ai figli di Di Pasquale, Astrid ed Andrea, il cordoglio del presidente del gruppo editoriale di Telesud Massimo Marino e di tutto lo staff.

Appena si è diffusa la notizia della morte di Di Pasquale, in tanti, sulle pagine social, hanno voluto lasciare un loro messaggio di cordoglio. E’ stato ricordato come un uomo sempre sorridente, un professionista serio ( Così scrive un utente su facebook: “I primi fiori da portare ad una ragazza me li hai suggeriti tu dicendomi che le rose sono da tutti ma con i lilium fai la figura dell’originale”),   un amico con cui discutere di politica ed un grande appassionato della Processione del Venerdì Santo.

Così lo ha saluto il ceto dei Sarti: “Con tanta tristezza apprendiamo la notizia della scomparsa del grande fiorista Giuseppe Di Pasquale, per tantissimi anni ha realizzato con tutta la sua famiglia l’addobbo floreale del nostro Sacro Gruppo. La Processione dei Misteri si priva di una importante figura storica. Da parte del direttivo e di tutti i consoli e collaboratori porgiamo sentite condoglianze alla famiglia Di Pasquale”.

Tra i commenti di cordoglio, anche quello del ceto dei muratori e scalpellini: “I consoli muratori e scalpellini apprendono con immenso dolore la dipartita dell’Amico Maestro Fiorista Peppe Di Pasquale e abbracciano con grande affetto Andrea e Astrid. In questo triste momento qualsiasi parola non riuscirebbe a esternare il grande dolore che attanaglia i nostri cuori! Caro Peppe che la terra Ti sia lieve!”

Il direttore artistico del Luglio Musicale Trapanese, Giovanni De Santis, lo ha ricordato così: “Giuseppe Di Pasquale era un caro Amico, un uomo di raro acume e un vero signore. Mi mancheranno la sua presenza e le sue sagaci battute durante i nostri incontri.
Credo che mancherà anche agli altri trapanesi che come me, oggi, sono stati privati di un pezzo della loro storia”.