Riconfermato Antonio Rallo alla presidenza per il terzo mandato consecutivo

Antonio Rallo, amministratore dell’azienda vinicola Donnafugata, è stato eletto per la terza volta alla presidenza del Consiglio di amministrazione del Consorzio di tutela vini Doc Sicilia. Nella prima seduta del nuovo CdA del Consorzio, tenutasi nei giorni scorsi a Mazara del Vallo, sono stati eletti anche i due vicepresidenti. Si tratta di Giuseppe Bursi, presidente della cooperativa Settesoli, e di Filippo Paladino, vicepresidente della cooperativa Colomba Bianca. Il nuovo vertice della Doc Sicilia vini resterà in carica fino alla fine del 2022. Il Consorzio di tutela vini Doc Sicilia raccoglie 453 imbottigliatori e oltre 7.800 viticoltori distribuiti su tutto il territorio regionale. Nel 2019 le aziende aderenti al consorzio hanno prodotto 95 milioni di bottiglie. Tra le decisioni più importanti che l’assemblea dei soci del Consorzio ha deliberato, una riguarda lo slittamento di altri 12 mesi dell’obbligo di imbottigliamento dei Vini Doc Sicilia con le fascette anti contraffazione per i vini Doc Sicilia che verranno adottate, quindi, a partire dal gennaio 2022. I soci, che pure hanno votato e deliberato in precedenza tale obbligo, hanno chiesto tempo per consentire l’organizzazione alle aziende che dovranno munirsi di strumenti idonei all’applicazione delle fascette sulle bottiglie.