Si attende l’esito di altri due tamponi per casi sospetti

È accertato. Dopo il caso del docente marsalese di 62 anni, risultato positivo al coronavirus, un altro uomo risulta positivo all’esito del tampone orofaringeo. Si tratta di un funzionario pubblico, di 56 anni, originario di Alcamo ma quotidianamente in servizio nel capoluogo. Le sue condizioni di salute non destano, al momento, preoccupazioni tra i sanitari che seguono da vicino il decorso della malattia accertata dopo una prima visita presso l’ospedale San Vito e Santo Spirito di Alcamo. L’ASP di Trapani, di concerto con la protezione civile regionale sta accertando, per entrambi i casi, i contatti sociali per valutare il potenziale rischio di contagio e per invitare colleghi, amici e conoscenti dei due all’autoisolamento. Infatti in autoisolamento si trova la moglie del docente marsalese, altrettanto sono stati invitati a fare i familiari del funzionario pubblico alcamese. Per altri due casi sospetti all’esame dei medici si attende l’esito dei tamponi.