L’imprenditore si vede annullata anche la libertà vigilata

Era nell’aria da qualche settimana e adesso è diventata notizia ufficiale.

E’ stata annullata la confisca dei beni aziendali all’imprenditore edile di Santa Ninfa, Pietro Funaro. Funaro, che è stato anche vice presidente regionale dell’Ance, l’associazione che raggruppa gli imprenditori edili, aveva subito nel 2014 un sequestro di beni per un valore di 20 milioni di euro, perchè accusato di essere vicino alla famiglia mafiosa di Trapani.

In primo grado i beni erano stati confiscati, in Appello, invece, il castello di accuse nei suoi confronti è stato abbattuto. Beni e aziende, pertanto, saranno restituiti all’imprenditore, per il quale è stata annullata anche la libertà vigilata.

Pietro Funaro, nella sua pagina Facebook ufficiale, commetna così la vicenda:

“Avrei desiderato far trascorrere un attimo di tempo in piu’ e riflettere bene se e cosa scrivere in merito a quanto maturatosi da poche ore e relativo alla vicenda che mi ha visto coinvolto da quel lontano 5 agosto del 2014 e che Tutti voi conoscete bene……..
.Ma la gioia sincera e spontanea di carissimi amici ed amiche…..mi ha preceduto e quindi sento doveroso , ,giusto e forte il desiderio di dirvi….GRAZIE PER TUTTO CIO’ CHE MI AVETE REGALATO ED AVETE FATTO PER ME …….in tutto questo tempo…..lungo purtroppo….tanto……
MA TUTTO SI E’ CONCLUSO PER IL MEGLIO LO AMMETTO…..E DESIDERO FARVELO SAPERE”…

Pietro Funaro dedica questa fine tanto auspicata a due figure familiari a lui molto care: suo nonno Pietro e suo padre Domenico. “E’ lui che piu’ di me ha sofferto per quanto di assurdo gli e’ stato fatto vivere – afferma Funaro – riabilitato, ironia della sorte ,post mortem per l’acclarata vacuità dei “sospetti” un tempo ascrittigli e per un malaugurato caso di omonimia per fortuna pero’ accertato come tale!!!
Oggi tutto ha avuto fine….e questa surreale vicenda sembra essersi conclusa col tanto auspicato risultato che ha visto prevalere le mie ragioni ed ha sancito la Ns piena riabilitazione ……morale principalmente…….che era cio’ che davvero desideravo avere riconosciuta. Per quanto mi riguarda sara’ come tornare a vivere due volte e per due assai significativi motivi”.