Trapani: giovane accoltella un coetaneo, arrestato dai carabinieri

Carabinieri della Sezione Radiomobile di Trapani. In basso a sinistra un coltello a farfalla (del tipo sequestrato al giovane arrestato)

Vittima e accoltellatore erano per strada senza valide ragioni: denunciati per la violazione del decreto governativo di limitazione della mobilità

di Fabio Pace

I carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Trapani hanno arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate, Salvatore Grammatico, 18 anni, trapanese. Il ragazzo durante una animata discussione con un giovane ericino di 22 anni, trascesa in una lite, lo ha aggredito colpendolo ripetutamente con un coltello.
La vittima ha riportato diverse ferite da taglio sul torace e sul braccio sinistro e attualmente si trova ricoverata presso l’ospedale “S. Antonio Abate” di Trapani, non in pericolo di vita. La lite e l’aggressione sono avvenute per strada un paio di giorni fa. Rapide le indagini dei militari che in poche ore hanno identificato e rintracciato l’aggressore e trovato l’arma utilizzata da quest’ultimo: un coltello a farfalla della lunghezza totale di 18,5 cm. Grammatico è stato posto agli arresti domiciliari e la magistratura oggi ha convalidato l’arresto. Per entrambi i giovani è scattata la denuncia per l’inosservanza delle prescrizioni imposte dai decreti governativi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. I due non avevano alcun motivo per trovarsi fuori dalle proprie abitazioni.