di Mario Torrente

Per il pagamento delle pensioni Poste Italiane ha predisposto un piano straordinario, scattato ieri e che andrà avanti fino al primo aprile. In provincia di Trapani sono aperti in tutto 42 gli uffici postali aperti, di cui tre nel capoluogo. Si tratta della Posta centrale davanti Palazzo D’Alì e delle due agenzie di via Fardella e corso Piersanti Mattarella. Sono invece rimasti chiusi gli altri uffici, tra cui quelli di Fontanelle e di Sant’Alberto, in zone quindi densamente popolate. Molti cittadini hanno lamentato la mancata apertura degli sportelli delle zone periferiche, dove ci sono anche quartiere popolari e molti condomini, evidenziando i disagi per le persone anziane che sono state costrette a spostarsi in altre zone del centro urbano. Il che ha finito per creare maggiore concentrazione di persone. Cosa assolutamente da evitare in questo periodo di emergenza per il coronavirus, come evidenziato dai tanti cittadini che si sono rivolti alla nostra redazione per segnalare la situazione. A complicare le cose anche la pioggia di queste ore, con le persone che hanno quindi dovuto aspettare fuori. Insomma, disagi su disagi. E magari con qualche sportello postale aperto in più si sarebbero potuti evitare congestione di persone nelle agenzie trapanesi, chiamate a pagare le pensioni che fanno riferimento all’intero centro urbano, compreso quello di Casa Santa Erice.

Da Poste Italiane hanno fatto sapere come il piano di aperture straordinario, previsto nei giorni di pagamento anticipato delle pensioni, vada a garantire i servizi nonostante la situazione epidemiologica in corso, cercando il giusto bilanciamento con le esigenze di contenimento del virus sancite dagli ultimi provvedimenti governativi, ribadendo come in tutta la provincia siano state predisposte le aperture di 42 uffici postali, di cui 10 anche nel turno pomeridiano fino alle ore 19:05, e un calendario di turnazioni alfabetiche per regolamentare gli ingressi in ufficio postale, nel rispetto della tutela della salute dei propri lavoratori e di tutti i cittadini.

L’Azienda ha quindi ricordato, ai clienti con accredito su Libretto di Risparmio, Conto BancoPosta o Postepay Evolution, come le pensioni siano direttamente disponibili sin dal primo giorno sui loro rapporti. L’invito ai cittadini da parte di Poste Italiane è di recarsi agli sportelli esclusivamente per operazioni indifferibili e di optare ove possibile per i canali digitali e gli sportelli Atm Postamat.