Il Comitato Cittadino Orgoglio Castelvetranese interviene sull’attuale emergenza sanitaria con una lunga nota di cui riportiamo il testo: “Nell’emergenza CoronaVirus, il Comitato Cittadino Orgoglio Castelvetranese prende atto con rammarico di come Si continui a navigare a vista sul fronte del coordinamento sanitario provinciale e del controllo del territorio, ignorando la necessità di una unica cabina di regia che dovrebbe legare insieme le azioni dell’ASP, della Protezione Civile regionale, della Prefettura e dei Sindaci, questi ultimo massimi responsabili della salute dei cittadini.
Il Comitato Civico Orgoglio Castelvetranese e l’Osservatorio delle Associazioni del Belice hanno più volte chiesto pubblicamente la costituzione di una UNITÀ DI CRISI dei Sindaci della Valle del Belice.
Le sollecitazioni in tal senso mosse tra l’altro nel corso del confronto radiofonico di domenica 23 marzo a cui ha partecipato il nostro vice presidente, il sindaco di Castelvetrano e il Direttore generale dell’ASP, non hanno ancora sortito il risultato sperato dall’intera comunità belicina.
Pervengono ancora notizie della confusione organizzativa dell’ospedale Covid di Marsala e del presidio ospedaliero del Belice a Castelvetrano.
Riteniamo che si stia velocemente bruciando il vantaggio del ritardato contagio, che avrebbe consentito di rimodulare l’offerta emergenziale sanitaria, non certo con scelte improvvide come quella di realizzare reparti Covid nel territorio provinciale.
Scelta opportunamente rivista attraverso la costituzione di un unico Covid Hospital di Marsala e la ricostituzione, ancora non realizzata, del reparto di Medicina dell’ospedale del Belice.
Abbiamo una flebile notizia informale sulla circostanza che sia in atto un tavolo operativo di alcuni sindaci con il responsabile provinciale dell’Asp.
Tale circostanza, anche a dover essere operativa, non ci rassicura sui necessari esiti che non vengono, peraltro, comunicati pubblicamente.
I numerosi inviti da noi rivolti verso l’unità istituzionale si infrangono poi sulla presa di posizione da parte di membri dell’opposizione del Consiglio comunale di Castelvetrano.
In una situazione così frammentaria e divisiva, nelle allarmanti notizie che ci pervengono dai nostri ospedali e dai nostri territori belicini, intendiamo denunciare la condizione di scollamento istituzionale che ci affligge.
Chiediamo ancora una volta l’urgente costituzione di una UNITÀ DI CRISI operativa stabile, che possa agire come unica regia dell’organizzazione sanitaria territoriale dell’intero Belice.
Intendiamo evidenziare la suddetta problematica  anche alle competenti Autorità regionali e ci riserviamo di porre all’attenzione dell’Autorita’ giudiziaria un dossier documentale delle nostre richieste disattese, che denunciano la necessità delle urgenti misure a tutela della salute pubblica”.