Si tratta di una donna in servizio alla Procura della Repubblica.

Come tanti cittadini comuni, anche i magistrati non sono immuni dal contagio che in queste settimane ha investito la società. Ed, infatti, il Coronavirus adesso ha colpito una donna, sostituto procuratore della Repubblica in servizio a Marsala. La PM, ovviamente, è in quarantena e da oltre 2 settimane non si reca in ufficio; il contagio sarebbe avvenuto, secondo le indiscrezioni, lo scorso 11 marzo. Fra i colleghi, anche un altro sostituto procuratore donna si è sottoposta al tampone. I risultati, tuttavia, non sono ancora noti e dovrebbero giungere in queste ore. Il magistrato positivo al Covid 19 è in servizio presso il Tribunale lilibetano dallo scorso anno. Una notizia che ha subito preoccupato i sindacati di categoria del personale di giustizia in servizio che avevano sollevato, da giorni, lo stato di sicurezza sanitaria sul luogo di lavoro; a Marsala così come a Trapani. Così come in tanti altri uffici pubblici, infatti, anche i dipendenti di via XXX Gennaio e via del Fante lamentano la mancanza di mascherine e guanti di lattice.