Già 140 le domande presentate ai Servizi Sociali.

Si è riunita martedì la giunta municipale di San Vito Lo Capo per dare il via libera ad un piano di sostegno alimentare,  rivolto ai cittadini indigenti, per far fronte all’emergenza economica determinata dalla pandemia da Covid-19.  Il sindaco Giuseppe Peraino e gli assessori Andrea Spada, Nino Ciulla, Francesca De Luca e Franco Valenza, questi ultimi due collegati dalle loro abitazioni in via telematica, secondo le disposizioni introdotte dall’ordinanza sindacale n.9 del 23/03/2020, hanno deliberato  l’erogazione di voucher spesa per  tutte le famiglie che ricadono nelle previsioni di cui all’art. 2 comma 6 dell’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri n 658, sulla base di un’autocertificazione nella quale i soggetti dichiarino la sussistenza del disagio. I “Voucher Spesa”, di diverso valore economico, vengono consegnati dai  Servizi Sociali del Comune in base al numero di componenti del nucleo familiare (1, 2 o più persone). Gli interessati dovranno compilare il modulo di domanda per l’accesso al servizio comunale “Food Box – Prima necessità”, scaricandolo dal sito internet o dalla pagina facebook del Comune di San Vito Lo Capo. 

«All’indomani delle restrizioni emanate dal Governo e dalla Regione per fronteggiare l’emergenza coronavirus- dichiara il sindaco Giuseppe Peraino-, avevamo pianificato, con fondi comunali, delle misure  specifiche per affrontare l’emergenza economica che si è venuta a creare nel nostro territorio; quando ancora, dunque, non erano previsti gli interventi di Stato e Regione. Adesso, con i decreti della Protezione Civile e della Giunta Regionale e lo stanziamento di complessivi 135 mila euro circa (€ 39.951,16 dallo Stato e € 95.340,00 dalla Regione) per il nostro Comune, siamo nelle condizioni di poter rimpinguare i voucher già previsti, dando la possibilità di ottenere una “Food Box” più corposa, anche per consentire ai nostri concittadini di passare una Pasqua in maniera dignitosa e un po’ più serena».

Le persone che hanno già ritirato il voucher avranno, pertanto, una integrazione,  coloro che li riceveranno la prossima settimana avranno l’importo già integrato.  L’amministrazione comunale sta lavorando anche ad  un voucher spesa per le famiglie che hanno figli di età inferiore ai tre anni e quelle per quelle che hanno figli di età inferiore ai 6 mesi, per avere prodotti alimentari specifici per l’infanzia e la prima infanzia, come ad esempio latte in polvere e biscotti. Verrà previsto, inoltre un voucher farmaceutico.

«Già sono 140 le richieste per usufruire di “Food Box”- fa sapere l’assessore ai Servizi Sociali, Andrea Spada-. Dopo aver compilato il form, che abbiamo diffuso sui nostri canali informatici, l’utente viene messo in contatto con i Servizi Sociali  in maniera totalmente riservata. Cercheremo anche di rintracciare quelle persone che, chiuse nel silenzio di una esasperata dignità, non vogliono chiedere aiuto. In questo momento- conclude- è anche fondamentale e prezioso il supporto dei volontari dell’associazione Rainbow che ringrazio».

Comunicato Stampa