Anche il patron di Terravision interviene sulla crisi economica in atto. 

Il messaggio da lanciare è chiaro: fare tesoro delle parole di Draghi. Il sistema bancario deve immettere liquidità immediata alle aziende correntiste garantendo finanziamenti, mentre la Banca d’Italia deve vigilare e verificare che i singoli istituti di credito meritino l’autorizzazione all’esercizio del credito. È questo il senso dell’uno-due lanciato alle istituzioni calcistiche e non solo da parte del Presidente del Trapani Calcio Pace, con una lettera al numero di Lega B Mauro Balata, ed, adesso, dal patron di Alivision Transport, socio unico del sodalizio granata. La crisi che l’emergenza Coronavirus ha portato nell’ecomomia del Paese, sconvolgendo le nostre vite, non può passare in secondo piano qncje nel mindo del calcio che, di riflesso, vivono sulle spalle di aziende oggi in gravissime difficoltà a causa del Covid-19.   Il Parlamento non può restare a guardare e deve essere sollecitato. Di seguito, la nota integrale:
“Anche il mondo del calcio, come tutta l’imprenditoria italiana, deve far tesoro delle parole di Mario Draghi. Condivido pienamente il contenuto della lettera di Giuseppe Pace al Presidente Balata: il mondo del calcio deve sollecitare il Parlamento affinché il sistema bancario immetta immediatamente liquidità alle aziende correntiste che costituiscono il tessuto produttivo del paese. Le aziende italiane che non licenziano i propri dipendenti per mantenere le proprie quote di mercato e per salvaguardare i livelli occupazionali, devono poter disporre da parte del sistema bancario di un finanziamento a lungo termine pari al 25% del fatturato dell’anno 2019. La Banca d’Italia, nell’esercizio dei propri poteri di vigilanza, deve verificare che gli istituti di credito dimostrino di meritare, in questa drammatica fase, la necessaria autorizzazione all’esercizio del credito”.
Fabio Petroni