In questa profonda crisi legata all’epidemia, occorre sempre più trovare il modo di restare uniti, connessi, attivi.
Per questo l’Associazione Volontari Ospedalieri – la cui sede a Marsala, presieduta da Ninfa Parrinello, si trova in contrada Amabilina – ha deciso di creare un numero verde nazionale, al quale possano rivolgersi i volontari costretti in isolamento forzato, le direzioni sanitarie che non riescono più a contattare le AVO locali e magari hanno richieste o proposte da rivolgere, gli anziani segregati nelle case di riposo o chiusi nelle loro case, i familiari dei pazienti ricoverati e da ultimo i cittadini che mossi da questa emergenza stiano meditando di avvicinarsi al mondo del volontariato sanitario. Il numero verde AVO è il seguente: 800 300 869. E’ ovviamente gratuito per chi chiama e copre una fascia oraria quotidiana, dalle 9.00 alle 20.00.
L’Associazione Volontari Ospedalieri nacque a Milano nel 1975 dall’intuizione di un giovane medico, Erminio Longhini, che comprese la necessità di una solidarietà nuova all’interno delle strutture sanitarie, una presenza amichevole che collaborasse per l’umanizzazione della vita ospedaliera, con il compito di occuparsi della persona, e non della sua malattia, di sostenerla durante la degenza, ascoltarla, farle compagnia, essere la “mano” che trasmette calore, comprensione e aiuto silenzioso.
L’Associazione è presente in circa 750 strutture sanitarie distribuite in tutto il territorio nazionale, con 26.000 volontari. In Sicilia conta ben quindici sedi tra le quali Marsala, che si è costituita nel 2015 ed è presente con circa trenta volontari presso l’Ospedale “P. Borsellino”. Ovviamente in questo periodo il servizio è stato sospeso a causa delle restrizioni in vigore in tutto il territorio nazionale, ma l’AVO di Marsala intende restare vicino a chi soffre.
Chiama il numero verde 800 300 869, la telefonata verrà smistata ai contatti locali.

iorestoacasa#volontariatoavo