Il provvedimento a causa dell’emergenza Covid-19

Una nota, sul sito internet dell’Ente Nazionale Aviazione Civile, rende noto che “ a causa dell’attuale emergenza sanitaria e alla conseguente limitazione degli spostamenti nonchè dei collegamenti aerei, l’entrata in vigore degli oneri di servizio pubblico sulle rotte in partenza dagli aeroporti di Trapani e di Comiso verrà posticipata, probabilmente alla stagione invernale 2020-2021”.

Le cosiddette tratte sociali avrebbero dovuto collegare l’aeroporto di Birgi con altre località a prezzi calmierati, per garantire la continuità territoriale ai cittadini siciliani ovvero gli spostamenti sul territorio nazionale e comunitario a condizioni economiche e qualitative uniformi.

La nuova data di scadenza – si legge sempre nel documento dell’Enac- per la presentazione delle offerte decorrerà, come prevede il Regolamento (CE) n. 1008/2008, dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea della nota informativa concernente lo slittamento dell’avvio dei collegamenti onerati.

Intanto lo scalo aeroportuale resta chiuso a seguito di un provvedimento regionale preso nell’ambito del contenimento del coronavirus.