Ben 2300 le richieste di voucher da parte dei cittadini

1163 le domande esaminate, 768 quelle ammesse e 395 quelle respinte. Assegnati buoni spesa per un valore di 237.700 € rispetto ai 547.000 € resi disponibili per il Comune di Trapani dal Governo nazionale. Questi i numeri delle richieste dei cittadini, su un totale di oltre 2.300. Numeri importanti che, come sottolinea il sindaco Giacomo Tranchida, ” mettono a dura prova l’ufficio dei Servizi Sociali verso il quale, al personale, va intanto il nostro primo ringraziamento”.  “Numeri che lasciano intuire – aggiunge l’assessore ai servizi sociali Enzo Abbruscato – che risulta ben più ampio lo sforzo complessivo che Trapani Rete Solidale, insieme ai partner del volontariato cattolico e non, ha messo in campo per dare risposte veloci e complementari tra di loro”.  L’Amministrazione Comunale, tramite il protocollo di intesa con la C.R.I., assiste direttamente a domicilio 400 nuclei familiari con la generosità dei tanti che alimentano il “Carrello Solidale” con le importanti donazioni di Deco’/Sottile, Ingroshop, Tagliavia, Mangiatorella, On Off a cui si aggiunge Tonno Castiglione. “Si registra una straordinaria voglia di essere utili, da parte di tanti piccoli imprenditori come dalle associazioni- aggiunge Tranchida-. Da sottolineare le donazioni delle uova di pasqua o il graditissimo gesto dei nostri pescatori che hanno regalato oltre 200 kg di pesce agli abitanti del centro storico o le lasagne di Dolcefrio per pasqua”.

“Un pensiero ai tanti volontari dell’ Associazione VVFF Discontinui, Antras, Fly Team a supporto delle richieste Buoni Spesa, nonché per la distribuzione delle mascherine prodotte dalle tantissime invisibili sarte, a cui rinnoviamo gratitudine – conclude il Sindaco- che lavorano  la stoffa in TNT messa a disposizione con donazione liberale della Giunta e di qualche Consigliere Comunale. Gesti liberi e  significativi che rappresentano la voglia di andare avanti INSIEME, di una comunità che, consapevole del momento, comprende che non si deve lasciare  indietro nessuno”.