E’ accaduto ieri pomeriggio a Pizzolungo

Si trovavano fuori dalla loro abitazione senza un giustificato motivo e all’interno dell’autovettura avevano 6 retini verdi stracolmi di ricci di mare appena pescati, in violazione con le normative vigenti. Con queste motivazioni i Carabinieri della Compagnia di Trapani hanno sanzionato due trapanesi di 59 e 24 anni. I militari dell’arma, impegnati nei controlli per il rispetto delle prescrizioni previste dal Decreto in materia di emergenza covid- 19, hanno sorpreso i due, già noti alle forze dell’ordine, mentre, in una traversa della frazione balneare di Pizzolungo, stavano caricando a bordo della loro auto l’attrezzatura da pesca subacquea. Da un controllo più approfondito all’interno della vettura, i carabinieri hanno scoperto la presenza, nel portabagagli,  di oltre 300 ricci di mare coperti da un telo.

I due fermati sono stati quindi sanzionati due volte:  con  un’ammenda di 400 euro perché si trovavano fuori casa senza un giustificato motivo e con un’ammenda di 4000 euro per la violazione dell’Art. 1 comma 3 DM 12.01.1995 recante norme sulla pesca e la cattura di molluschi ( pesca di frodo)

Al termine delle operazioni i ricci di mare sono stati liberati.