E’ struggente l’omaggio alla città di Marsala – una città  composta e silenziosa, obbediente ai nuovi ritmi severi imposti dall’emergenza Covid-19 – reso dalle note musicali di un’idea che vuole valorizzarne la bellezza e la storia, la forza e la capacità di aspettare un nuovo giorno, la costanza del dovere di chi non ci ha lasciati soli in questi giorni duri, alcuni dalla speranza quasi assente, molto incerta.  Un’idea dell’Associazione Culturale “Ciuri”,  che ne ha affidato l’esecuzione  ad uno dei musicisti più intensi del nostro territorio, Gino De Vita. “Siamo stati travolti da una tempesta inaspettata – dice Filippo Peralta, presidente dell’Associazione – questa tempesta ha messo in ginocchio la nostra città, la nostra Nazione. Ma durante questa tempesta ci sono stati uomini e donne che hanno fatto di tutto per garantire la nostra salute e la nostra incolumità, ed è a loro che vogliamo rivolgere il nostro ringraziamento. Lo facciamo con la musica, perché la musica anche in questo momento, come del resto in tutta la nostra vita, ci accompagna e ci fa pensare che ci sarà un domani migliore”.  “Music for Marsala” – con il patrocinio del Comune – nasce così, e a commuoverci è la chitarra di Gino De Vita, solo, nel cuore della città che tutti noi abbiamo nel cuore, nell’atrio silenzioso del Complesso Monumentale San Pietro, immerso in quella poesia che fa vibrare le note di ‘Hallelujah’ di Leonard Cohen; note che echeggiano per raccontarci la calma, e quella bellezza sopita che dovrà tornare a splendere. Un omaggio alle forze dell’ordine, al personale sanitario infaticabile, agli stessi marsalesi che stanno attendendo pazientemente il ritorno alla normalità, il ritorno alla vita. Il video, pubblicato sul social network Facebook, condiviso e apprezzato, ci mostra un artista che ha sempre dedicato parte della sua anima a Marsala, intento ad eseguire un dialogo tra poesia e musica, che affida al domani più prossimo il suo sogno di rinascita. Del risveglio desiderato.

J.C.