«Terremoto è per sempre», il nuovo libro di Giuseppe Milazzo

Come il terremoto del Belìce ha cambiato la vita di molti siciliani

Un romanzo ambientato in Sicilia, terra di terremoti. “Terremoto è per sempre” di Giuseppe Milazzo, edito dalla casa editrice Qanat, si snoda intorno all’evento sismico del Belice (1968). Una calamità  che ancora oggi fa riflettere per alcuni sconvolgimenti del territorio e, soprattutto, per le dolorose conseguenze sulla vita della popolazione residente. Nel libro emerge, attraverso la storia di Rosario, come il  terremoto, di fatto, abbia cambiato la vita di una provincia dedita all’agricoltura e alla pastorizia, fortemente radicata nel territorio, con riferimenti e simboli ben precisi, come la chiesa e il campanile, le strade sonnolente, i ritmi lenti dopo il lavoro, “la campagna” terra-lavoro-villeggiatura, la casa, vera ricchezza di ogni persona. Ha turbato gli animi di tutti, ha scosso le esistenze di mezza Sicilia. E se il terremoto sconquassa la vita degli adulti, come può reagire un adolescente in pieno sviluppo, costretto ad abbandonare il suo paese e la vita regolare e tranquilla nella comunità dove è nato? Rosario è un quattordicenne che trascorre la sua adolescenza a Gibellina e appartiene alla borghesia agiata legata alla terra. La sua vita ruota intorno al calcio (la sua passione), la famiglia, gli amici e l’oratorio salesiano. Fino a una notte, quella del 15 gennaio 1968, in cui un terremoto scuote la terra distruggendo il suo paese e molti altri piccoli centri della valle trapanese. Questo drammatico episodio è uno sconvolgimento esistenziale che segnerà Rosario per il resto dei suoi giorni, a cominciare dall’abbandono della sua casa e dall’esodo verso l’abitazione dei nonni in campagna. Lo attende un futuro incerto e diverso, dove rimane l’amarezza per questa terra di Sicilia che sa offrire tutto il bello dell’Universo, sa regalare sensazioni magnifiche, fa sentire forti e quasi onnipotenti, ma non riesce a preparare un futuro ai giovani. Si nasce in paradiso e si vive in purgatorio. Speriamo non per sempre.”Terremoto per sempre” è il secondo romanzo di Giuseppe Milazzo, dopo “Una bella vacanza, forse”. Siciliano d’origine, Milazzo dopo gli studi classici è diventato medico gastroenterologo e presidente nazionale della Società  di gastroenterologia AIGO.