C’è un’unica siciliana, di Palermo, tra gli autori di una raccolta di poesie e racconti incentrata sul lockdown, questo lungo, lunghissimo, momento inaspettato di solitudine imposta, che tutti abbiamo dovuto vivere senza alternativa, e che ci presenta un conto non indifferente: un disturbo di cui soffriremo anche dopo che questa sofferta parentesi Covid-19 sarà finita, ossia lo sforzo di rientrare nel tempo. Il 18 maggio 2020 inizia la fase 2 dopo 67 giorni di reclusione domestica e arriva in libreria, fresco di stampa per la casa editrice chietina Tabula Fati, “Cronache di un tempo senza tempo” a cura di Silva Ganzitti, scrittrice friulana che collabora in qualità di editor con il gruppo editoriale Tabula Fati di Marco Solfanelli e altre case editrici nazionali. Silva Ganzitti in pieno lockdown ha pensato di non lasciare sfuggire pensieri, riflessioni poesie o nevrosi implosi nelle nostre case in quel periodo di oscurantismo virale. Così ha lanciato il progetto di una raccolta cui hanno aderito 26 autori, scrittori e poeti dal Friuli fino alla Sicilia, liberando storie belle o sofferte, raccontando le giornate di isolamento domestico. Ventisei piccoli modi di dire la difficoltà di ritrovarsi all’improvviso in un mondo nuovo e ostile, di fronteggiare nuovi timori e proteggere la speranza. E tra questi narratori c’è proprio Francesca Picone di Palermo, con il racconto “Paletta”, assieme a Gabriele Di Camillo, Manola Di Tullio, Silva Ganzitti, Enza Di Lallo, Patrizia Tocci, Ugo Amati, Roberta Zimei, Patrizia Bartoli, Emiliano Mecati, Renzo Maltoni, Mariaester Graziano, Veronica Rossi, Antonio Fagnani, Walter Tomada, Linda Picco, Michele Pollutri, Giovanni Di Guglielmo,  Miriam Giuliani, Antonio Tenisci Angela Cirone, Gianni Totaro, Antonella Iaschi, Maruska Panaccio, Ludovica Ricci e Flora Amelia Càrdenas Suàrez. Tutti gli autori hanno rinunciato ai diritti che andranno in beneficienza ad una organizzazione che si occupa di emergenza sanitaria. È possibile ordinare il libro sul web a Tabula Fati tabulafatiordini@yahoo.it o sulle altre librerie online.

Francesca Picone è in attesa dell’uscita del suo nuovo romanzo dal titolo “Il Dito Ritrovato”, che parla di precarietà dell’esistenza ed è stato scritto nel 2016, l’anno del terremoto in Abruzzo e degli attentati terroristici dell’ISIS. Francesca Picone vive a Palermo e si occupa di pubbliche relazioni per una rinomata casa vinicola siciliana. Da sempre ha coltivato la passione per la scrittura e il teatro. Ha pubblicato tre romanzi: ‘Il giudice sblindato’, ‘La casa la caverna l’isola’ e ‘La cugina Marisa’. Ha realizzato lo spettacolo L’ISOLA tratto dal suo romanzo ‘La casa la caverna l’isola’.