di Federico Tarantino

È atteso il pronunciamento da parte del Tribunale di Trapani in merito al reclamo presentato dal Trapani Calcio per una presunta appropriazione indebita da parte del club granata di due fideiussioni pari a 350mila euro nei confronti della FM Service, ex proprietaria della società. Il 28 dicembre già i magistrati si erano pronunciati contro l’attuale proprietà che portò, ad aprile, al pignoramento dei conti correnti societari per oltre 500 mila euro.

La difesa del Trapani fa leva su quanto dichiarato da Maurizio De Simone in un’audizione dello scorso 4 novembre alla Procura Federale. L’ex amministratore delegato avrebbe ammesso di aver corrisposto tramite compensazione solamente la prima delle due tranche previste per 175mila ciascuna, mentre la seconda rata non fu versata perché nel frattempo si verificò il passaggio di proprietà del Trapani dalla FM Service ad Alivision.

In caso di esito avverso, il Trapani resterebbe costretto a versare nelle casse di FM Service i 350mila euro: una vera e propria mazzata dal punto di vista economico. Altra ipotesi è quella che veda il Trapani condannato al 50% e di conseguenza con la previsione di un versamento alla FM Service di 175mila. L’ultima opzione potrebbe consistere nell’assoluzione completa del Trapani e con lo sblocco del pignoramento dei conti.

Granata sempre in attesa anche dell’altro responso del Tribunale di Roma, che potrebbe arrivare da un giorno all’altro e restituire alla FM Service la proprietà del Trapani per il mancato pagamento da parte della Alivision di due rate consecutive di quanto pattuito per la cessione della società all’atto del passaggio di proprietà. Nella giornata di domani, poi, nuovo round e altra vicenda giudiziaria. Sempre a Roma, ma questa volta davanti al Tribunale Federale della FIGC, verrà discusso il deferimento per non aver pagato, entro il 16 marzo scorso, parte degli emolumenti dovuti ai propri tesserati per la mensilità di febbraio. Secondo quanto previsto dalle normative sportive, il Trapani potrebbe subire un massimo di due punti di penalizzazione, così come si potrebbe risolvere con una multa considerato anche il periodo eccezionale dettato dall’emergenza Covid nel Paese in quei giorni.

Intanto si continua a lavorare allo stadio Provinciale in vista della ripresa del campionato che vedrà i granata fronteggiare il Frosinone il prossimo 20 giugno. In settimana hanno iniziato ad allenarsi Stefan Strandberg, Shay Ben David e Jonathan Biabiany. I tre calciatori rientrati a Trapani, dopo mesi all’estero, hanno già effettuato i tamponi e si sono aggregati al gruppo.