di Mario Torrente

Continua lo spazzatour di Trapani per il Futuro. Domani i volontari dell’associazione giovanile saranno dalle parti di Torre di Ligny e del Lazzaretto per ripulire alcuni tratti del litorale della città.

Dopo avere raccolto ottanta e passa sacchi di rifiuti nella spiaggia di punta Tipa domani mattina, attorno alle 10, i ragazzi di Trapani per il Futuro saranno dalle parti di Torre di Ligny per proseguire con il loro spazzatoutour. In particolare i volontari ripuliranno dai rifiuti il tratto di costa compreso tra piazzetta del tramonto ed il villino Nasi. Si tratta della scogliera di viale Lutazio Catulo. Ma il tratto di costa, di una bellezza spiazzante, dove al creuiscolo si possono ammirare i suggestivi tramonti trapanesi, è un autentico monnezzaio. Tra gli scogli si può trovare di tutto: dai sacchetti dell’immondizia ai vecchi elettrodomestici e televisori, passando per scarti edili, cassette da pesca, bottiglie di birra, e barattoli di pittura. Proprio per fare alcuni esempi. Tra gli scogli si notano anche reti di pesca, resti delle dotazioni di sicurezza delle imbarcazioni, plastica e materiali di ogni genere e tipo. Davvero di tutto e di più. Il tutto a pochi metri dal mare, tra il villino Nasi e Torre di Ligny, con una scogliera che rappresenta una passeggiata fa fare a piedi come in bicicletta immergendosi nell’atmosfera degli odori e dei colori del porto peschereccio. Con il sottofondo del canto del gabbiani, che fanno su e giù tra la scogliera ed i cielo. Un luogo che andrebbe valorizzato ma che per l’inciviltà di taluni è stata trasformata in una discarica a cielo aperto. Con l’immondizia che si vede già dalla strada contrastando con la bellezza del posto. Insomma, domani mattina i volontari di “Trapani per il futuro” avranno un bel da fare per ripulire la scogliera intitolata al console romano che vinse la battaglia delle Egadi. I ragazzi dell’associazione giovanile hanno esteso l’invito a pulire a tutti i cittadini trapanesi che hanno a cuore la loro città e l’ambiente. La speranza è di vedere domani in viale Lutazio Catulo tanti volontari armati di sacchetti e guanti per aiutare a pulire la scogliera dei gabbiani.