Erbacce, marciapiedi sconnessi, strade dissestate. Segnali di un colpevole abbandono, di un disinteresse ricorrente. La zona è quella compresa tra viale Umbria, viale Emilia Romagna, viale Puglia, via Mascagni e via Mascagni a fianco la caserma dei carabinieri adiacente una palazzina popolare. La denuncia è della consigliera comunale, Anna Garuccio che si rivolge per un intervento urgente agli assessori Ninni Romano e Peppe La Porta. La segnalazione riguarda sia strade comunali, sia le ville: quella di viale Umbria e quella di viale Marche. Entrambe erano state oggetto di una segnalazione e interpellanza della consigliera Garuccio già l’8 maggio scorso: «in un quartiere popolare – scrive Anna Garuccio – è giusto consentire a chi non può permettersi tanti lussi di passeggiare in un pomone verde e far giocare i propri bambini». La consigliera segnala come le ville siano ancora chiuse, già dai tempi della sindacatura Damiano, e in particolare nella villa di via Emilia Romagna c’è un cane che da un paio di settimane guaisce e abbaia. Una segnalazione a Enrico Rizzi, presidente del NOITA, e l’intervento della Polizia Municipale hanno permesso, attraverso il microchip, di risalire al proprietario. Il cane è stato posto sotto sequestro e portato nel canile di via Tunisi. Rimane però il dato di fatto: la villa, chiusa per gli abitanti del quartiere, può essere tranquillamente utilizzata per altri scopi. Nuovamente s’è ripetuta al vicenda, invero, singolare del diniego di accesso della consigliera Garuccio al canile comunale… ma questa è un’altra storia che cercheremo di capire meglio nei prossimi giorni.

GUARDA LA GALLERIA FOTOGRAFICA