Nicolo Rizzo interviene dopo il rogo che mandato in fumo 500 ettari di montagna

Conseguente devastanti per il patrimonio ambientale. Con amarezza interviene il Il sindaco di Castellammare del Golfo Nicolò Rizzo, dopo il gravissimo incendio che tra sabato e domenica ha interessato monte Inici, la montagna che sovrasta Castellammare del Golfo mandando in fumo circa 500 ettari di macchia mediterranea ed alberi. L’incendio è divampato alle ore 14,50 circa di sabato 27 giugno da un campo di grano privato adiacente lo stradale Inici e interessando il demanio di monte Inici, precisamente le contrade Parchi, Circhiaro, Badia, fino ad arrivare alla vetta della montagna. Per il sindaco il sindaco Nicolò Rizzo e per l’assessore alla protezione civile Leonardo D’Angelo “l’area bruciata è di inestimabile valore paesaggistico ambientale: circa 500 ettari di macchia mediterranea ed alberi. Si tratta dell’ennesimo gesto vile di chi senza scrupoli crea un inestimabile danno di naturale ambientale, paesaggistica ed economica”.

Sindaco e assessore ringraziano il corpo forestale, i vigili del fuoco, le associazioni di protezione civile, la croce rossa e quanti si sono impegnati lavorando alacremente sui luoghi per lo spegnimento dell’incendio, possibile anche con il supporto di due elicotteri ed un canadair, nonché per la successiva bonifica dei luoghi. “Dal canto nostro- aggiungono Rizzo e D’Angelo- intendiamo vigilare ancor più di quanto fatto fino ad ora perché gli interventi possano essere quanto più tempestivi possibile. Ed è stato subito convocato, prevedendolo giovedì mattina, il centro operativo comunale allargato alle forze dell’ordine e forestale”.