di Federico Tarantino

Il 30 giugno è una di quelle date cerchiate in rosso per tutti gli sportivi. Lo è stato anche, ieri, nonostante la ripresa del campionato che proseguirà fino ad agosto. Si doveva tenere ieri pomeriggio in call conference la riunione del Consiglio d’Amministrazione e dell’assemblea dei soci. Riunione rinviata per ignoti motivi, ma che comunque si dovrebbe tenere a breve considerate le prime scadenze federali fissate per il 10 luglio per completare l’iscrizione al prossimo campionato. Ieri dovevano continuare i lavori iniziati venerdì 26 giugno. Al centro dell’incontro era previsto anche la ridiscussione dei membri nominati per il CdA granata. Ieri, intanto, Pino Pace ha diffuso una nota stampa nella quale afferma che non sarà più il presidente del Trapani Calcio perché sarebbero venute meno le condizioni che a gennaio scorso lo avevano convinto ad accettare la carica. Un ruolo quello del presidente che cambia ancora una volta dopo sei mesi: era già accaduto a gennaio con Giorgio Heller. Verrà quindi nominato da Alvision il terzo presidente della sua gestione nel giro di un anno solare. Oltre a Pino Pace lascerà anche Paolo Giuliano, la sua delega alla gestione sportiva è stata già affidata a Lorenzo Petroni, rientrato da poche settimane nell’organigramma societario dopo aver ricoperto il ruolo di amministratore delegato ad inizio stagione.

Vicende societarie che si riversano anche sul campo. La FIGC ha previsto la possibilità di rimodulare gli accordi dei giocatori e dello staff tecnico in scadenza ieri 30 giugno 2020. La rosa del Trapani vedeva coinvolti 22 giocatori a cui si aggiunge Fabrizio Castori con i suoi collaboratori. Nessuna comunicazione è giunta da parte della società granata. L’unica ufficialità è giunta dal Parma con l’estensione del prestito di Michele Fornasier fino al prossimo 31 agosto. Ufficiosamente, però, filtra che sia stato trovato l’accordo con tutti i calciatori granata in questione, ma tuttomercatoweb riporta la mancata estensione di Jonathan Biabiany e Lorenzo Del Prete. Situazione assai strana a cui si aggiunge come il calciatore ex Perugia abbia un contratto in scadenza per il 30 giugno 2021, avendo firmato la scorsa estate un contratto biennale, come da comunicato della società granata il 16 agosto 2019. Sono attese comunicazioni ufficiali che possano chiarire definitivamente la questione sui giocatori del Trapani.

Situazioni dei calciatori in scadenza che ha riguardato anche il Livorno, prossimo avversario dei granata. Il patron Aldo Spinelli ha deciso di non rinnovare i dieci giocatori in scadenza. La società toscana ha deciso di puntare sui giovani della rosa oltre a pochi elementi sotto contratto. Una scelta operata perché la squadra sarebbe prossima alla retrocessione in serie C. Tanta confusione nel calderone. Quella che non ha, invece, Andrea Colpani, ospite a Sport Sud, che commenta con rammarico il pareggio rimediato a Cosenza e guarda con fiducia il prossimo futuro.