L’8 luglio, dalle ore 18.00, a Marausa in via Rinaldi, alla presenza delle Autorità religiosi e civili, l’associazione SOS Autismo inaugurerà, in quella che fu l’abitazione di Padre Guglielmo De Filippi, lo “Sportello per l’autismo”.
Padre De Filippi, definito dal Vescovo Pietro Maria Fragnelli “incarnazione del servo umile del Vangelo” che ha speso la propria vita al servizio della Chiesa e della Comunità tutta, espresse la volontà che i beni di sua proprietà, dopo la sua dipartita, venissero utilizzati per fini sociali.
Queste ultime volontà sono state accolte dall’associazione SOS Autismo, nata dall’unione di familiari di soggetti autistici, il cui intento è creare un punto di riferimento e di ascolto per le loro famiglie che dal momento della diagnosi si ritrovano a dover capire quali scelte adottare per i propri cari oltre che a far fronte a gravosi iter burocratici per assicurargli le dovute cure.
Tale progetto vuole essere soltanto un punto di inizio per l’associazione che da anni è ormai presente sul territorio e vantando al proprio interno un gruppo di lavoro consolidato, composto da svariate figure professionali che spaziano dal settore sanitario al settore legale, è in grado di fornire idoneo supporto alla famiglia al fine di indirizzarla nel cammino che la attende nella gestione del proprio familiare.
Stante il continuo ascolto delle famiglie durante gli anni trascorsi, l’Associazione ha sviluppato diverse progettualità rispondenti alle esigenze dei soggetti autistici e vanta attive collaborazioni, anche con riferimento agli iter terapeutici da seguire, con specialisti riconosciuti a livello internazionale, associazioni e cooperative sparse in tutto il territorio nazionale.