di Federico Tarantino

La continuità è quell’arma in più che il Trapani ha a disposizione da qualche giornata nella lotta che lo vede coinvolto per la salvezza. Otto sono i risultati utili consecutivi, una striscia che non si vedeva dallo scorso anno, quando i granata di mister Vincenzo Italiano tra la sedicesima e la trentesima giornata della serie C totalizzarono quindici gare senza sconfitte. Era un Trapani differente nettamente differente. Certamente la squadra dello scorso anno non era stata costruita per vincere il campionato, come poi avvenuto. La fiducia però arriva dai risultati, quindi come lo scorso anno si raggiunse la promozione, il Trapani ha tutta la facoltà di credere nella salvezza. La partenza ad handicap ed una confusione societaria che ha registrato numerosi cambiamenti nell’ultimo anno hanno inciso fin troppo nell’ambiente. I giocatori granata però non vogliono mollare. La gara contro il Livorno ne è prova: dall’inferno al paradiso in meno di dieci minuti di gioco. Tra i protagonisti della rimonta c’è Luigi Scaglia: dai suoi piedi sono partiti i due assist per Pettinari e Dalmonte che hanno poi insaccato la rete.

ASCOLTA IL SERVIZIO E L’INTERVISTA A LUIGI SCAGLIA