I festeggiamenti, nel rispetto delle misure anti Covid.

Nonna Ciccina, così viene chiamata amorevolmente dai suoi nipoti, ha raggiunto ieri il fatidico traguardo del secolo di vita. All’anagrafe Francesca Minaudo, nata a Trapani il  6 luglio del 1920, sposata con Giuseppe Minaudo, è rimasta vedova 50 anni fa. Ha avuto due figli, Vito e Rosaria, ed è nonna di 5 nipoti e bisnonna di 9 pronipoti. Vive da alcuni anni in una residenza per anziani a Valderice, “Villa Francesca”. Ed è lì che, ieri pomeriggio, ha festeggiato i suoi 100 anni, nel rispetto delle misure di contenimento del Coronavirus.

Unica rimasta in vita di 7 fratelli- ha accudito per anni la sorella Paola, scomparsa recentemente-, la signora Minaudo ha avuto sempre una grande passione per le piante e per la scrittura. Gentile, affettuosa e divertente, è stata un punto di riferimento anche per amici e vicini. La sua casa era sempre aperta, specialmente quando preparava le pizze. “Era un momento di festa quando tutti noi nipoti ci radunavamo- ricorda il nipote Giuseppe Minaudo-, con la nonna e le zie a preparare tortellini e ravioli, rigorosamente fatti a mano”. Giuseppe ricorda bene quei profumi che inondavano la casa, quell’atmosfera familiare: “Quei profumi e quegli odori – dice – che, indipendentemente da quale parte del mondo e dell’Italia  tu provenga, quando li sentirai ti ricorderanno sempre che è quel profumo di casa, quel profumo di nonna”.
Dalle sue parole traspare il grande affetto per questa nonna che ha rappresentato, e ancora rappresenta tanto, nella sua vita e in quella di tutta la famiglia Minaudo e che rievoca quel tempo felice e spensierato, di bambino, fatto di racconti, di tradizioni, di stare “semplicemente” insieme.

A causa delle misure di contrasto al Covid-19, non è stato possibile fare una grande festa allargata a tutta la sfera familiare, con tanto di sindaco in fascia tricolore che consegna la targa alla neo centenaria, come avviene di solito in queste circostanze. Nonostante la distanza fisica, però, la signora Minaudo ha sentito comunque vicino l’amore dei suoi figli e di tutti i suoi nipoti. Non sono mancati la torta, un mazzo di fiori e gli  auguri dello staff dello struttura, oltre che tutti i messaggi pervenuti attraverso la pagina facebook del nipote Giuseppe che ha voluto ricordare questo speciale compleanno condividendo con gli “amici virtuali” la gioia del momento:  “Raggiungere cent’anni di età è un vero e proprio traguardo di vita, è una vincita contro il tempo dove a vincere, come sempre, è l’amore”.

Ed ancora, dopo essere stato letteralmente sommerso dai post di auguri, Giuseppe Minaudo ha pubblicato alcune foto che immortalano il momento dei festeggiamenti, commentando così: “Mia nonna ringrazia tutte le centinaia di persone che le hanno dedicato un pensiero. Per la situazione che stiamo vivendo, non abbiamo potuto organizzare grandi cose, ma siamo riusciti a fare una piccola festa, passando un momento bellissimo, molto emozionante. Festeggiando questa bellissima donna, lei è mia nonna, nonna Francesca, nonna Ciccina. La nonna è trapanese d’origine, è la mamma di mio papà, l’Ammiraglio Vito Minaudo. Un secolo ancora in piedi, lucidità impressionante, momenti bellissimi ed emozionanti. Lei è storia. Buon compleanno nonnina”.