di Mario Torrente

Oggi è arrivata la terza ordinanza sindacale sulla mega Ztl nel centro storico di Trapani. È la numero 105 e va a modificare i precedenti provvedimenti del 3 e7 luglio scorso. Le novità riguardano, tra le altre cose, l’isola pedonale, che è stata estesa, oltre alle vie Garibaldi, Torrearsa e corso Vittorio Emanuele, anche alle vie Sant’Agostino, Argentieri, della Cuba, Balì Cavarretta e delle Arti. Anche in queste strade, dalle 10.30 alle 15 e dalle 17.30 alle 2.30, non sarà possibile accedere con la bicicletta. E non potranno farlo i residenti con le loro auto. Sempre fino al 31 ottobre. Sempre in via sperimentale. Un altro punto riguarda la circolazione l’isola pedonale in piazza vittime motonave Maria Stella, nella zona del porto pescherecci, dove è stata vietata la circolazione nell’ultimo tratto di via Cristoforo Colombo “con intersezione  con la via Procida, assicurando – si legge nell’ordinanza –  conseguentemente la viabilità ordinaria per raggiungere piazza motonave Maria Stella, dalla stella via Giovanni da Procida ed a seguire via Carolina etc”.

Intanto in questi giorni molti cittadini del centro storico si stanno rivolgendo alla Polizia Municipale e all’Atm per avere le autorizzazioni e gli abbonamenti agevolati per il secondo mezzo del nucleo famigliare, che oltre ai residenti spettano anche ai proprietari di immobili ed ai “dimoranti”. In questa fattispecie non rientrano però le coppie conviventi, dove entrambi non sono residenti nel centro storico. Può accadere infatti, per i più svariati motivi, che uno dei due abbia la residenza altrove. Codice Civile alla mano, il dimorante è colui che ha un titolo “reale” per potere usare un immobile, come un contratto di locazione o un comodato d’uso. Quindi, se in una coppia che convive uno dei due non è residente al centro storico, questo vuol dire che, in base alle attuali ordinanze, non potrà essere autorizzato ad entrare con la sua auto nella Ztl. E quindi non può nemmeno sostare a dieci euro al mese. Questo perché nelle ordinanze non è previsto nulla sulle coppie conviventi ma con residenza diversa. Al momento, se vogliono essere autorizzati devono essere entrambi residenti.

Altra questione sorta in questi giorni riguarda corso Italia, che per metà, nel lato Nord, ricade in Ztl, quindi con le regole delle ordinanze numeri 98, 100 e 105 per quel che riguarda le autorizzazioni per la sosta. L’altro parte della carreggiata, quello della chiesa San Pietro e Camera di Commercio, è invece regolamentato con le normali tariffe dei posteggi a pagamento. Solo che i residenti del lato Sud, essendo di fatto fuori dal perimetro della Ztl, non possono essere autorizzati alla sosta gratuita negli stalli della Ztl né beneficiare dell’abbonamento a 10 euro al mese. Solo perché stanno dall’altra parte di corso Italia. Così, essendo andati via gli stalli gialli riservati ai residenti e non potendo essere autorizzati per la Ztl, in base alle nuove ordinanze, perché fuori dal perimetro della Zona a traffico limitato, non avranno altra alternativa, che farsi gli abbonamenti a 25 euro al mese dalla seconda auto in poi, mentre per la prima possono lasciare il mezzo, gratuitamente, solo nelle strisce blu, ma in quelle a tariffa gialla (non rossa), sempre se non hanno un garage in loro possesso. Quindi, stando in corso Italia, potranno fare riferimento ai posteggi a pagamento di piazza San Pietro, che sono a tariffa gialla. Non in quelli rossi che scattano a metà corso Italia. Potranno anche lasciare l’auto nei posteggi della Marina e in tutti gli stalli a tariffa gialla, con il pass che si ottiene pagando cinque euro l’anno. Gli abitanti del lato Nord, invece, avranno a disposizione quelli della Ztl.