Li ha nominati assessori stamattina il vicesindaco Gianni Mauro

Rossella Cosentino, Vincenzo Di Marco, da stamattina sono assessori del Comune di Erice.

Li ha nominati il reggente amministratore del Comune di Erice, cioè il vicesindaco Gianni Mauro, per arrivare ad avere una giunta pienamente operativa come previsto dalle norme regionali. Considerato che Vincenzo Di Marco ha deciso di sposare la causa del Movimento politico “Erice che Vogliamo”, allontanandosi dalla lista “Cittadini per Erice” che lo fece eleggere, le due nomine sono tutte interne al movimento politico capitanato proprio da Mauro e creato da Giacomo Tranchida. Due fedelissimi, in pratica, ai quali affidare il prosieguo dell’attività amministrativa.

Sulla quale, ovviamente, pende la decisioni di Daniela Toscano che stamattina è stata interrogata davanti al Gip in merito ai fatti che l’hanno portata a ricevere il provvedimento cautela di divieto di dimora a Trapani ed Erice. Sul riassetto della giunta stamattina c’è stato un po’ di via vai al comune con diversi esponenti della maggioranza che cercavano di capire come si stessero mettendo le cose. Il dado ormai è però tratto: Cosentino e Di Marco fanno il salto di categoria e affiancano Mauro e Genco alla guida del Comune. Mancherebbe un quinto assessore ma Gianni Mauro pare intenzionato, almeno per il momento, ad attendere ulteriori sviluppi.

Ma è dalla ex lista di Vincenzo Di Marco che arrivano ulteriori bordate allo stesso e, indirettamente, alla maggioranza tutta.

A parlare è il portavoce del movimento “Cittadini per Erice”, Giuseppe Cirobisi, che già nelle settimane scorse e precisamente dopo la pubblicazione di stralci dei verbali della Squadra Mobile di Trapani sui contatti fra la sindaca sospesa di Erice e alcuni personaggi del rione San Giuliano, aveva espresso il proprio disappunto prendendo le distanze. Oggi arriva una durissima presa di posizione nei confronti del consigliere Vincenzo Di Marco, eletto nella lista “Cittadini per Erice” a sostegno della Toscano.

Gli avevano chiesto di fare un passo indietro e dimettersi dalla carica di consigliere comunale, dopo il divieto di dimora che ha raggiunto la Toscano. DI Marco, invece, non li ha ascoltati ed, anzi, pare sia fra gli indicati per un prossimo assessorato in giunta accanto a Gianni Mauro e Paolo Genco.

Cirobisi ha contatto tutti gli altri esponenti della lista ed hanno emesso questo comunicato che non lascia dubbi sulla loro posizione: “Noi non avevamo dubbi. Il Consigliere Di Marco non si dimette, nonostante la richiesta del Movimento Cittadini per Erice” e grazie alla quale lo stesso Consigliere e’ stato eletto.

Oggi più che mai, il Movimento “Cittadini per Erice”, prende le distanze dal suddetto rappresentante – afferma Cirobisi – Noi di Cittadini per Erice ci affranchiamo da queste logiche e ribadiamo la volontà di dimetterci a scorrimento, qualora il Di Marco vorrà rispettare la volontà’ della lista e del movimento in cui e’ stato eletto”.

Ieri, intanto, il consiglio comunale ha votato a maggioranza dei presenti l’erorgazione di un contributo di circa 180mila euro alla FuniErice per consentire alla SpA di riprendere il servizio. Il CdA della FuniErice si riunirà il 20 luglio per prendere in considerazione questo ulteriore atto approvato dal consiglio…Non si esclude che la funivia possa riprendere a viaggiare già dall’indomani.