Una percentuale di raccolta differenziata che nel 2019 si è attestata al 72,62% e un risparmio di circa 350mila euro per i cittadini nel costo del servizio di smaltimento rifiuti, che è sceso da una cifra superiore al milione e 800mila euro del 2016 al milione e 460mila euro del 2020. Sono i numeri che hanno caratterizzato la gestione del sistema rifiuti del Comune di Salemi, primo per percentuale di differenziata fra gli aderenti alla Srr Trapani Sud e secondo tra i 24 comuni della provincia dietro a Pantelleria. Dati che hanno portato a un riconoscimento per il Comune amministrato dal sindaco Domenico Venuti: Salemi, infatti, è stata premiata dalla Regione Siciliana nell’ambito della manifestazione ‘Ecomed Progetto Confort – Salone dell’ambiente’, che si è tenuta a Catania. Il premio è stato ritirato dal vice sindaco Calogero Angelo. «Si tratta di un riconoscimento che ci rende orgogliosi e che condividiamo con tutti i cittadini di Salemi, veri protagonisti di un forte cambio di passo nella gestione dei rifiuti – afferma Venuti -. A loro va il merito di avere colto l’importanza delle scelte che questa Amministrazione ha fatto ormai da diversi anni e che sono improntate alla sostenibilità ambientale e all’economicità del ciclo dei rifiuti». Il sindaco di Salemi poi aggiunge: «Nonostante le difficoltà nel reperimento degli impianti in cui conferire la raccolta dell’organico, elementi fondamentali per una completa chiusura del ciclo dei rifiuti, siamo riusciti a raggiungere degli ottimi risultati concretamente visibili con un abbassamento del costo del servizio per i cittadini. Ma tutto questo non basta, perché non ci si può accontentare – dice ancora Venuti –. La Regione metta i comuni nelle condizioni di potere migliorare ulteriormente queste percentuali fornendo gli impianti in cui conferire i rifiuti».

(fonte: ufficio stampa comune di Salemi)