di Mario Torrente

La macchina, quella amministrativa, s’è e messa in moto. Ma per rivedere gli ovetti fare su e giù da Erice molto probabilmente bisognerà attendere l’inizio della prossima settimana. Al momento, dunque, la funivia resta ancora chiusa e la riattivazione dell’impianto per il fine settimana appare davvero tutta in salita a causa degli adempimenti necessari per tornare ad imbarcare i passeggeri nelle cabine, a partire dai protocolli anti-covid. Mancano ancora i dispositivi sanitari di sicurezza, che dovrebbero arrivare in questi giorni. Dopo il via libera del Consiglio comunale della vetta allo stanziamento straordinario di 180 mila euro, martedì è arrivato il nulla osta dell’assemblea dei soci e del cda alla riapertura. Come fatto sapere dal direttore generale della FuniErice Germano Fauci si è poi reso necessario la modifica del Piano gestionale, visto che gli orari saranno diversi rispetto a quelli dell’anno scorso. L’impianto di risalita sarà in funzione dalle 9.30 a mezzanotte e nei fine settimane dalle 10 all’una. Si tratta insomma di una apertura calmierata, con modalità diverse rispetto al normale, visto che l’orario estivo è dalle 8.30 all’una di notte. Intanto sempre più turisti arrivano nella stazione di imbarco a valle trovando la funivia chiusa. E la cosa non è passata inosservata agli operatori economici ericini che, di conseguenza, si ritrovano con meno potenziali clienti. In un periodo dove si sta registrando una lieve ripresa delle presenze nel borgo medievale. Nulla a che vedere con gli anni passati. Ma nei tempi del coronavirus rivedere le strade selciate di Erice con un po’ di visitatori lascia ben sperare. E come ovvio le aspettative sono tutte per la riapertura della funivia, che potrebbe garantire i tanto attesi flussi di turisti. Dalla FuniErice hanno comunque assicurato il massimo impegno per riaprire il prima possibile. Ma bisogna fare i conti con gli adempimenti amministrativi e soprattutto con i protocolli di sicurezza anti-covid 19. E se prima non arrivano i dispositivi sanitari gli ovetti non potranno tornare a portare passeggeri ad Erice. “Stiamo facendo il possibile – ha assicurato sapere Germano Fauci – per cercare di riaprire sabato o domenica mattina. Nella peggiore delle ipotesi non dovremmo però andare oltre l’inizio della prossima settimana”.