“La Natura che genera armonia” è stato il tema dell’incontro che si è tenuto nella sede del Cai di Erice.

L’iniziativa, promossa dalla Sottosezione del Club Alpino Italiano, con il patrocinio del Comune di Erice, si è svolta nella suggestiva location della terrazza panoramica allestita dai soci volontari nella sede di via Apollonis, da dove si può ammirare un panorama mozzafiato su Monte Cofano e su tutto il golfo di Bonagia. L’incontro si è aperto con i saluti del referente del Cai di Erice Vincenzo Fazio, che ha parlato dei recenti lavori di riqualificazione autorizzati ed eseguiti nei locali della baita comunale, diventato un Punto di Accoglienza escursionisti del Cai. Tra l’altro da Erice passa anche il Sentiero Italia CAI, come rimarcato dallo stesso Fazio, che ha ricordato anche i lavori di pulizia fatti lungo i percorsi del Monte e la sistemazione della nuova segnaletica per orientare gli escursionisti.

Nel corso della conferenza Angela Savalli, componente del Consiglio Direttivo della sottosezione Cai di Erice e dei Comuni Agroericino, ha poi parlato della rete sentieristica, illustrando le mappe dei vari itinerari. I vari progetti sui percorsi, a partire dal recupero del sentiero delle mura elimo-puniche e dalla manutenzione straordinaria al bosco antico, sono invece stati al centro dell’intervento del vicesindaco del Comune di Erice Gianni Mauro, presente all’iniziativa assieme all’assessore al turismo Rossella Cosentino.

La conferenza è quindi entrata nel vivo con le relazioni di Vincenzo Garaffa, medico agopuntore ed esperto in medicina orientale, e di Anna Maria Grifo, anche lei medico agopuntore ed esperto in Qi Gong – Tai Ji Quan.

GUARDA IL SERVIZIO CON LE INTERVISTE