Provvedimento cautelativo, invece, confermato per il marito della sindaca Daniela Toscano

Il Tribunale del riesame di Palermo ha annullato il divieto di dimora a Trapani ed Erice per l’ex consigliere comunale di Trapani, Massimo Toscano, fratello della sindaca di Erice, Daniela.
Entrambi sono coinvolti nel caso del parcheggio che venne realizzato in un’area che insiste su lungomare Dante Alighieri. Per la sindaca della Vetta si attende il pronunciamento del tribunale del Riesame, previsto nelle prossime ore forse in tarda serata.
L’avvocato Massimo Toscano, così, può ritornare nella sua abitazione essendo venuto meno il divieto di dimora a Trapani e, conseguentemente, potrebbe pure riappropriarsi del suo ruolo di consigliere comunale malgrado, nei giorni scorsi, era stato sostituito con surroga ufficiale da Azzurra Tranchida, prima dei non eletti della lista dove venne eletto Massimo Toscano. Il quale, comunque, sentito per telefono poco fa, non sembra essere intenzionato a ritornare in consiglio comunale.
Ecco cosa ci ha dichiarato:

Oggi è stata annullata l’ordinanza Cautelare dal Tribunale del riesame di Palermo. Come ho sempre fatto e Come mi ha insegnato la vita, in punta di piedi, ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini ed in particolare i miei amici avvocati Orazio Rapisarda e Umberto Coppola che hanno preso le mie difese. Siamo solo all’inizio. So che ognuno deve fare il proprio mestiere, giornalisti, magistrati, ma auspico che ciò avvenga sempre nel rispetto della democrazia, della verità e della giustizia. Spesso dimentichiamo che attorno alle persone esistono famiglie anche con minori che
non meritano di essere risucchiati nel vortice delle menzogne.
Dobbiamo imparare a saper aspettare e rispettare, ripeto aspettare e rispettare
possibilmente con molta fede.
Ancora oggi e nonostante tutto credo sempre “ nel senso dello Stato” anche se in alcuni momenti in me è vacillato, forse perché non davo il giusto valore facendomi spingere dalla realtà distorta.
Continuerò a difendermi con rispetto delle istituzioni e dei ruoli ma soprattutto con il.
rispetto della mia coscienza che mi permette di camminare a testa alta”
.

Il Tribunale del Riesame ha, invece, confermato il divieto di avvicinamento alla persona offesa nei confronti del marito della sindaca di Erice, Francesco Paolo Rallo.