Tutto pronto a Marsala per lo spettacolo “Fino alla fine del cielo” (liberamente tratto da “Ferite a Morte”, di Serena Dandini), portato in scena dal TAM l’11 e il 13 agosto. Qui la nota del regista, Massimo Pastore:

“Torniamo in scena.
Ogni volta, quando pronunciamo queste parole, per noi attori è come tornare a
casa. Per dirla con Eugenio Barba, quando parlo di casa “Penso a certe antiche case
povere dei paesi del Sud, minacciate dall’umidità, prive di comfort, piene d’ombra,
con finestrelle che sembrano temere il caldo e la luce e chiudono fuori i luminosi
paesaggi del mare e degli ulivi. Case dove si vive stretti e in cui spesso la reciproca
insofferenza di chi le abita dà alla vita quotidiana l’angoscia della reclusione. Ma in
ognuna di esse una piccola scala annerita dal tempo conduce al tetto piatto, dove si
può sostare: un terrazzo privo di ringhiere, che obbliga a stare sul chi vive, perché
basta un passo sbagliato per precipitare. Una casa con un tetto piatto su cui incombe
il cielo. E dove ciascuno può dialogare con se stesso perdendosi con lo sguardo oltre
l’orizzonte. Simile a questa casa è per me, in una sola parola, il teatro.”
Ma la nostra “casa”, il TAM – Teatro Abusivo Marsala, in questi mesi duri e
crudeli è rimasta chiusa. Le limitazioni e le precauzioni imposte dall’emergenza
sanitaria non ci hanno permesso di continuare il nostro lavoro di formazione e
divulgazione teatrale rivolto ai nostri allievi: bambini, ragazzi, adulti, tutti desiderosi
di confrontarsi con quest’Arte antichissima e necessaria che è il Teatro.
Lo confessiamo senza vergogna: come tutti coloro che del Teatro hanno fatto
cielo e orizzonte delle proprie esistenze, abbiamo avuto paura. Paura che il nostro
cielo, il nostro Teatro Abusivo non reggesse al colpo della pandemia, della chiusura,
delle limitazioni e delle restrizioni che si sono rese necessarie per contrastarla.
Lo abbiamo scritto, abbiamo chiesto aiuto e abbiamo invocato la fine di questa
tragedia. Non sappiamo cosa accadrà domani, ma sappiamo che adesso è possibile
riprendere a coltivare un po’ di ottimismo e di speranza. Con l’animo colmo di gioia
per la possibilità di tornare in scena, siamo quindi qui a invitarvi a questo piccolo atto
di Ri-nascita.
Lo facciamo raccontando le storie di dieci donne che hanno qualcosa da dirci e
qualcosa da domandarci.
Lo facciamo portando in scena alcune delle nostre migliori attrici e allieve-
attrici (con un piccolo cammeo del nostro Giovanni Lamia).
Lo facciamo perché crediamo sia importante resistere e testimoniare.
E lo facciamo perché il cielo del TAM siete voi, questa città e quanti ancora
hanno ancora voglia e necessità di credere che, alla fine, rimane sempre l’amore che
abbiamo dato e l’amore che abbiamo ricevuto.
Ma quest’ultima parte è ancora una storia tutta da scrivere.
Aiutateci a farlo assieme.

Questi i protagonisti di “Fino alla fine del cielo”:
Clelia Barbanera
Bianca Luna Misso
Giorgia Amato
Adele Errera
Cristina Genna
Chiara Vinci
Cristiana Sanguedolce
Giovanna Laura Messina
Raysi Santana
Alessandra De Vita
e con
Giovanni Lamia

Audio e Luci
RG – Servizi per lo Spettacolo
Regia
Massimo Pastore
Marsala, Convento del Carmine, 11 e 13 agosto 2020 (ore 19)