C’è una nuova ordinanza sulla mega Ztl a Trapani. È la numero 120, sempre a firma del sindaco Tranchida. E questa volta col provvedimento, l’ennesimo che va a regolamentare il traffico nel senso storico, scatta la chiusura della Marina per le auto. Nel punto “e” c’è quanto prospettato dal primo cittadino nei giorni scorsi, ovvero la limitazione per l’accesso ai veicoli in via Ammiraglio Staiti e nella parte ovest della Ztl. Praticamente da domani, alle 22.30, scatterà la chiusura della Marina, ovvero della via Ammiraglio Staiti, Regina Elena, Duca D’Aosta e Carolina. Queste strade saranno, nella fasce serale previste nell’ordinanza, off limits per le auto fino al 16 agosto e per i prossimi fine settimana, ovvero nelle giornate del 21, 22, 28 e 29 agosto. Nell’ordinanza si demanda “alla Polizia Municipale la creazione dei cancelli serali/notturni – nelle intersezioni utili – per limitare l’accesso di veicoli in via Ammiraglio Staiti e nella parte ovest della ZTL”, dando al comando dei vigili urbani la possibilità di intervenire “in presenza di particolari e gravi criticità della viabilità veicolare”. Come ovvio, potranno accedere i cittadini che risiedono nelle strade interessate dalla nuova ordinanza, oltre che i domiciliati, i proprietari di immobili
e “tutti i cittadini ed esercenti portatori d’interessi legittimi ed oggettivi”. Non a caso sono sono previsti dei cancelli per regolamentare gli accessi. Naturalmente potranno passare gli autorizzati, a partire da residenti, domiciliati e chi ha il pass per la Ztl, così come ” oltre che portatori di handicap”. Il provvedimento punta insomma ad alleggerire il traffico serale, provando a dare una sforbiciata al traffico serale che si forma a causa delle passeggiate in auto durante la sera. Chi vorrà potrà naturalmente raggiungere la zona chiusa al traffico attraverso il servizio gratuito del bus navetta “con non meno tre bus navetta” dell’Atm, ATM. A piazza Ilio la sosta sarà gratuita, di dieci centesimi l’ora a piazza Vittorio Emanuele.

Le nuove disposizioni sono scattate a seguito nei problemi sorti nell’aumento del traffico nella zona ovest del centro storico nelle ore serali e notturne. Il che ha portato ad un aumento dell’inquinamento da gas di scarico dei veicoli incolonnati oltre che acustico, “determinato – si legge nell’ordinanza – dall’uso smodato di clacson, musica ad alto volume e rumori causati dagli scarichi dei veicoli in circolazione provenienti sopratutto in tarda sera e di notte dalla zona del Lazzaretto”.

Insomma, nonostante il servizio bus navetta, si continua ad andare in auto ingolfando il traffico. “Nonostante la messa in funzione, gratuita, del plurale servizio bus navetta serale – notturno, molti cittadini – si legge nel provvedimento – preferiscono continuare con l’impiego del mezzo proprio, provocando intasamenti della circolazione veicolare, addirittura con dei picchi concausa di blocchi della circolazione verificatisi nelle vie Carolina, Viale Duca D’Aosta e viale Regina Elena”.

Tra le altre novità c’è il cambio dell’orario della chiusura al traffico di corso Vittorio Emanuele, da piazza Generale Scio, non più alle 19,30 ma dalle 20,30. E sempre fino alle 2,30 di notte. Con la nuova ordinanza sono poi stati disposti nuovi controlli per ” il rispetto della normativa sulla diffusione musicale anche in relazione ai decibel consentiti dalla legge a tutela della quiete e riposo notturno”